I nostri temi  

   
Cinque per mille per BCP
hr

Iscriviti alla newsletter
hr

Seguici su Facebook
   

14. Si scrive energia, ma si pronuncia costruzione di una nuova economia e di una nuova società

Dettagli

18 novembre 2011

Si scrive energia, ma si pronuncia costruzione di una nuova economia e di una nuova società

Un progetto entusiasmante per il quale vale la pena impegnarsi.

dalla Prefazione di Francesco Gesualdi

Uscirà a fine mese un nuovo libro della collana Esse dell'editrice milanese MC. Intitolato: "Energia. Un nuovo inizio", ha un solo messaggio: l'energia "è una questione di tutti. Non lasciamola nelle mani dei soliti esperti" e tenta di esporlo in modo agile e sintetico, accompagnato dalle immagini degli studenti dello IED. Qui sotto potete trovare la quarta di copertina.

 L’energia è indispensabile alla nostra vita quotidiana e il modo in cui viene prodotta influenza l’aria che respiriamo, il paesaggio in cui viviamo e le relazioni con gli altri paesi del mondo: per questo le scelte energetiche non possono essere delegate ad una ristretta cerchia di tecnici.

Il progressivo esaurimento delle fonti fossili, l’aumento delle emissioni climalteranti e la crescente fame di energia di un pianeta sempre più popolato hanno fatto scrivere all’Agenzia Internazionale per l’Energia: “Il sistema energetico mondiale è a un crocevia. I trend globali odierni di domanda e offerta sono manifestatamente insostenibili da un punto di vista ambientale, economico e sociale”. La questione energetica, oggi più che mai, riguarda direttamente tutti noi e possiamo dotarci di strumenti per comprendere i problemi ed agire in concreto. Il libro si propone di spiegarlo in maniera documentata, evitando i tecnicismi degli addetti ai lavori, illustrando le opportunità presenti, in modo autonomo da costruzioni preconcette o ideologiche.

Abbiamo bisogno di prospettare scenari che liberino le nostre capacità. E per quanto riguarda l’Italia, l’autore, dati alla mano, sfata alcuni radicati luoghi comuni: bollette elettriche più alte d’Europa, deficit di centrali elettriche, crescita continua dei consumi. paese poco virtuoso. E svela per la prima volta i meccanismi di formazione del prezzo: la borsa dell’energia.

La documentazione offerta nel libro smonta la convinzione che le fonti rinnovabili siano inutili e accessorie, quasi un lusso che non potremmo permetterci. In realtà siamo un paese che sta sviluppando il settore della generazione verde in maniera decisa, producendo energia e posti di lavoro; un paese che cerca di non sprecare energia, e che, soprattutto, ha necessità di abbandonare l’eccessiva dipendenza dalle fonti fossili, immaginando un futuro più sicuro, più pulito dove il sistema energetico alimenti una società migliore.

La rivoluzione energetico-economica è necessaria per creare futuro, e questa prospettiva cambierà il nostro presente, ridandoci speranza.

Il libro è illustrato con le immagini realizzate dagli allievi dell’Istituto Europeo di Design di Milano nell’ambito di una collaborazione tra MC e IED decisa a sperimentare un progetto di comunicazione visiva realizzato da giovani illustratori su un tema cruciale per il futuro del pianeta.

Gli ordini ricevuti entro novembre avranno diritto ad uno sconto sul prezzo di copertina (22,50 euro) del 15%. Ordini multipli e da parte dei GAS ne godranno uno del 25%.

 L'autore: Roberto Meregalli si occupa di energia per passione e per professione da più di vent’anni.

Nel 1998 ha partecipato alla nascita della rete di Lilliput, network nel quale si è occupato di commercio internazionale.

Ha all’attivo diverse pubblicazioni ed articoli sul tema dell’economia e dell’energia. Per MC, ha collaborato, tra l’altro, al libro "Non è Vero" (2003).

   

Energie